AIPAC LOGO TOP2

Motion analysis nel calcio: quanto corre una squadra dilettantistica?

Introduzione

La valutazione della prestazione nel gioco del calcio è in continua evoluzione. Negli anni 60 sono stati effettuati, in maniera manuale, i primi report che riportavano le caratteristiche della performance nel gioco del calcio. Successivamente, grazie allo sviluppo della tecnologia, il sistema della rilevazione dei movimenti dei calciatori è diventato, per mezzo di video telecamere fisse installate appositamente, semiautomatico prima e automatico poi. Inoltre, negli ultimi anni è aumentato da parte dei preparatori atletici l’utilizzo della tecnologia Global Position System (GPS) per la valutazione del carico esterno dei giocatori. Il sistema GPS ha il vantaggio, rispetto a sistemi di monitoraggio con video camere, di essere un sistema “trasportabile” e quindi utilizzabile in qualsiasi campo di allenamento o gioco. Tuttavia alcune perplessità sono state riscontrate nell’utilizzo di questa tecnologia in luoghi che non presentano caratteristiche idonee per la ricezione del segnale satellitare. Nel 2009 è stato pubblicato uno dei primi studi scientifici che riportava i parametri di gara registrati con GPS ad 1Hz.

In via sperimentale, l’Associazione Italiana Preparatori Atletici (AIPAC), in accordo con la FIGC e in collaborazione con la società Porta Romana 1964, ha iniziato il percorso di monitoraggio delle partite nella stagione 2013/14. Successivamente, grazie alle risultanti dell’esperimento, l’utilizzo dei GPS durante competizioni ufficiali è stata regolarizzato nella stagione 2015/16. Infatti, attraverso una circolare della FIGC, congiuntamente alla sua sezione medica e all’ Associazione Italiana Arbitri, è stato regolamentato la possibilità di utilizzare regolarmente questi dispositivi durante le partite di campionato.

In questo elaborato verranno mostrati i risultati del monitoraggio delle quattro stagioni che hanno caratterizzato la sperimentazione. Inoltre, i dati raccolti sono stati confrontati con parametri del massimo campionato italiano, mostrando alcune differenze e suggerendo alcune riflessioni sulla proposta metodologica.

Materiali e Metodi

Le rilevazioni sono state effettuate su una squadra dilettantistica partecipante al campionato di Eccellenza (5° lega nazionale). Le partite sono state monitorate durante le stagioni 2013/14, 2014/15, 2015/16, 2016/17 per un totale di 115 eventi. Il monitoraggio è stato effettuato con dispositivi GPS (K-sport) di diversa evoluzione ma tutti con un campionamento a 10Hz ed analizzati con lo stesso software (K-sport online). Durante le partite sono stati considerati solamente i calciatori di movimento che giocavano tutti i 90 minuti regolamentari, portando a più di 800 rilevazioni. Anche se in ogni singolo anno alcuni calciatori sono stati monitorizzati numerose volte, lo studio ha visto coinvolti 70 soggetti.

Per valutare la performance sono stati presi in esami i seguenti parametri:

-   Distanza totale percorsa (DT)

-   Distanza percorsa a bassa velocità (D<16km/h)

-   Distanza percorsa ad alta velocità (D>16km/h)

-   Distanza percorsa ad altissima velocità (D>19.8km/h)

-   Distanza equivalente (ED)

-   Distanza percorsa a bassa potenza (D<20W/kg)

-   Distanza percorsa ad alta potenza (D>20W/kg)

-   Distanza percorsa ad altissima potenza (D>35W/kg)

-   Distanza percorsa in alta (D>2m/s2) ed altissima (D>3m/s2) accelerazione

-   Distanza percorsa in alta (D<-2m/s2) ed altissima (D<-3m/s2) decelerazione

Alcuni studi recenti hanno mostrato come questi parametri siano supportate da alcune determinanti fisiologiche. Infatti è stato visto come i giocatori che percorrano maggiore DT e ED sono quei giocatori che avevano maggiori qualità aerobiche, come una migliore risposta ad un esercizio continuo o intermittente, sub-massimale o massimale. Queste capacità fisiologiche sono importanti anche per effettuare una maggiore D>16km/h e D>20W/kg anche se va sottolineato una certa influenza di test relativi ai livelli di forza. Per i giocatori che percorrevano maggiore D>19.8km/h e D>35W/kg, oltre a confermare l’importanza della componente metabolica anche se con risultati meno evidenti, è stato visto come le qualità neuromuscolari siano fondamentali.

L’ analisi dei dati è stata effettuata confrontando i parametri medi di gara con gli stessi parametri relativi al massimo campionato italiano analizzando le differenze percentuali.

Risultati

I risultati sono mostrati come media ± deviazione standard. I dati relativi ai parametri analizzati sono riportati in Tabella 1.

Tabella 1.

 

 

 

 

 

DT (m)

D<16km/h

D>16km/h

D>19,8 km/h

Media

8829.43±247.67

7653.72±262.34

1175.71±43.93

339.47±92.59

         
 

ED (m)

D<20W/kg

D>20W/kg

D>35W/kg

Media

10573.21±316.56

8391.22±327.13

2181.99±24.50

693.26±34.01

         
 

D>2m/s2

D>3m/s2

D<-2m/s2

D<-3m/s2

Media

440.18±25.03

113.72±71.94

441.31±35.15

107.28±60.01

La D>16km/h e la D>19.8km/h sono risultate rispettivamente il 13,32% e 3,84% della DT. Allo stesso modo la D>20W e la D>35W sono risultate rispettivamente il 20,64% e 6,56% della ED. Della distanza percorsa ad alta velocità e potenza, circa un terzo (28,87% e 31,77% rispettivamente) era percorsa ad altissima velocità e potenza. Considerando le fasce di accelerazione e decelerazione, il 10% della DT era percorsa >2m/s2 e <-2m/s2 (4,99% e 5,01% rispettivamente). La distanza percorsa ad altissima accelerazione e decelerazione erano pari al 1,29% e 1,22% rispettivamente. In relazione alla D>2m/s2 e D<-2m/s2, la distanza percorsa in altissima accelerazione e decelerazione era rispettivamente il 25,83% e 24,31%.

Tra i vari anni analizzati sono state mostrate alcune differenze significative. La DT e ED sono risultate  maggiori durante l’anno 2013/14; tuttavia la ED negli anni 2016/17 e 2015/16 è risultata maggiore rispetto all’anno 2014/15. La D>16Km/h ha mostrato valori maggiori per gli anni 215/16 e 2014/15 rispetto all’ultimo anno analizzato. La D>20W/kg non ha mostrato nessuna differenza. Tutti gli anni sono risultati maggiori rispetto al 2013/14 per quanto riguarda la D>19.8km/h; inoltre gli anni 2015/16 e 2014/15 sono risultati maggiori  rispetto al 2016/17. Gli anni 2013/14 e 2015/16 sono risultati maggiori rispetto all’anno 2016/17 per quanto riguarda la D>35W/kg, inoltre l’anno 2013/14 ha mostrato anche distanze maggiori rispetto all’anno 2014/15.

Grafico 1

Grafico 1

Grafico 2

Grafico 2

Discussione

Questo report, grazie all’analisi di vari anni e numerose partite, ci mostra il profilo del carico esterno nel campionato d’eccellenza. A nostra conoscenza, in letteratura non sono riportati parametri che analizzano con GPS questo livello competitivo. Tuttavia possiamo trovare parametri relativi al massimo campionato italiano, anche se misurati con sistemi di video camere. I dati presi in esami, riferiti campionato di serie A, sono formati dalla media degli ultime due campionati (2015/16 e 2016/17). Confrontati con quelli analizzati in questo report vediamo come in Serie A venga percorsa una DT e ED maggiore di  2295 e 2886 metri rispettivamente. Per quanto riguarda i parametri di alta intensità, il metodo della velocità e della potenza mostrano, rispettivamente,  risultati maggiori in serie A di circa 742 e 751 metri. La distanza percorsa ad altissima potenza (D>35W/kg) è maggiore di circa 380 metri, mentre la solita fascia di intensità, ma misurata con il metodo della velocità (D>19.8km/h) ha mostrato valori più che raddoppiati (+447 metri).  Le fasce di accelerazione e decelerazione hanno mostrato differenze di circa 150 metri per le fasce di alta intensità; e rispettivamente di 89 e 110 metri per le fascia di altissima accelerazione e decelerazione.

Il grafico 3 riporta le percentuali della distanze percorse dal campione analizzato (5° Lega Italiana) rispetto alle distanze percorse nella massima serie italiana (Serie A).

Grafico 3

Grafico 3

Da questa analisi è possibile vedere come il metodo delle velocità discrimini maggiormente il livello competitivo. Tuttavia, effettuando analisi attraverso la correlazione, vediamo come i due metodi siano intercambiabili per tutte le variabili analizzate (ED vs TD r=0.94 -0.98; D>16km/h vs D>20W/kg r=0.70-0.86; D>19.8km/h vs D>35W/kg r=0.74-0.76).

Dal Grafico 1 è possibile notare come la distanza percorsa ad altissima velocità sia il parametro dove viene mostrata la maggiore differenza percentuale. Questa fascia di intensità richiede ai giocatori un impegno muscolare maggiore, infatti è molto verosimile che giocatori dotati di maggiore forza riescono ad esprimere velocità più alte. Inoltre, seppur con una minore entità, anche le accelerazioni e decelerazione molto intense mostrano differenze percentuali importanti.  È possibile che proprio la capacità di esprimere forza sia una delle qualità che maggiormente discrimina, a livello fisiologico, gli atleti élite da atleti di livello competitivo minore. In quest’ottica è pensabile, nella metodologia dell’allenamento, iniziare protocolli di incremento della forza e capacità di espressione di questa, in maniera precoce e accurata nella formazione dell’atleta.

Conclusioni

Questa analisi rileva i parametri di carico esterno di una squadra partecipante alla 5° lega del campionato italiano (Eccellenza). Le variabili analizzate, velocità, potenza, accelerazione e decelerazione, mostrano marcate differenze rispetto agli stessi parametri misurati nelle squadre partecipanti alla 1° lega del campionato italiano (Serie A). Il metodo tradizionale, che prevede l’utilizzo di soglie di velocità, e il metodo della potenza metabolica risultano intercambiabili, portando a conclusioni simili. Tuttavia, le differenze mostrate con il metodo della velocità risultano maggiori, rispetti ai parametri misurati in giocatori professionisti, soprattutto nelle fasce di intensità più alte. Le intensità maggiori di gioco, come riportato in alcuni studi, richiedono un’espressione muscolare maggiore e quindi, presumibilmente, una maggiore capacità di esprimere forza. In questa visione è molto probabile che l’allenamento dell’espressione di forza, sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo, deve essere valorizzato. È verosimile pensare che queste esercitazioni devono essere inserite precocemente nella costruzione del giovane calciatore.  

Articolo a cura della Sezione Analisi e Sviluppo AIPAC

Video

AIPAC Consiglia...

Consulenze Legali Soci A.I.P.A.C.

Servizio di Consulenze Legali

Importante Novità!

 

Comunichiamo che è attivo il servizio di Consulenza Legale e Previdenziale Specifica riservato a tutti gli associati AIPAC ad un prezzo agevolato e riservato alla nostra associazione! 

Per poter usufruire del servizio è necessario essere in regola con il tesseramento AIPAC ed essere quindi iscritti al sito.

 

Leggi tutto...

NOTA! Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità dei servizi.

Continuando la navigazione autorizzi le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Login Riservato Soci

Scienza & Cultura

 
 

Ricerca tematica

Seleziona uno o più tags per personalizzare la tua ricerca di contenuti

ISCRIVITI AD AIPAC

Iscriviti ad A.I.P.A.C. per godere di vantaggi esclusivi per te!

Tutti i soci hanno diritto a:

  • Accesso a materiale riservato del sito attraverso Password.
  • Sconti e ingressi omaggio per incontri,corsi e congressi organizzati da AIPAC Nazionale e Regionale.
  • Sconti e ingressi omaggio per iniziative culturali alle quali AIPAC da il proprio patrocinio.
  • Sconti con aziende del settore per prodotti commerciali.

trainmefootball

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre attvità? Inserisci il tuo indirizzo e-mail.
  • A.I.P.A.C.


catchme refresh

Joomla Extensions powered by Joobi
PARTNER AIPAC
AIAC
microgate 
logo gpexe
Logo LC Academy
SpaceWheel AIPAC
Logo Globus IE Vector 
Logo Kineo Vector
flyconpower 1 01
LOGO CRYOMED
calzetti mariucci
logo D
LOGO SuperOP
Logo My Coach Football RPE
logo Ksport n o
FMS
infratec
logo cuore salus jpg2
  LOGO ROUND COLOR
ScienzaSport 
 logo powersprint
sics logo 03
2016 STATS Logo white
firstbeat logo 2013 cmyk coatedfogra27
loghi zephyr fieldwiz
unnamed
logo lungo brain Tracker VR F
fondazione museo del calcio
prosperius 
lizard
ultramed
NewLogoFitLIght
probios alimentibiologici
Catapult logo Orange
dathlos